Progetto Anci Anti Sprechi Alimentari

Salta al contenuto

L’ Azione A3.1 risponde alla necessità di valutare l’efficacia del doggy-bag/family-bag ai fini della riduzione dei rifiuti e degli sprechi alimentari. Nel dettaglio è prevista la realizzazione di una sperimentazione su un numero minimo di 20 ristoranti finalizzata all’acquisizione di dati quali-quantitativi sui rifiuti/sprechi evitati.

L’attività prevede tra le atre cose:
a) l’identificazione e il coinvolgimento degli esercizi di ristorazione disponibili a condurre la sperimentazione;
b) l’accompagnamento di ogni esercizio alla corretta implementazione delle misure previste dal disciplinare di cui all’azione A2.2;
c) la verifica della corretta implementazione delle misure di cui al punto precedente;
d) la predisposizione di una metodologia operativa per la quantificazione dei rifiuti/sprechi evitati;
e) l’avvio e la conduzione della sperimentazione sulla base della metodologia di cui al punto precedente;
f) la produzione di un report conclusivo sulla sperimentazione e sui risultati ottenuti;

La scelta delle attività di ristorazione da coinvolgere nella sperimentazione sarà effettuata privilegiando le attività di grandi dimensioni (con un numero elevato di utenti del servizio) e che non abbiano ancora avviato/realizzato progetti di rilievo finalizzati alla diffusione del doggy bag/family bag, previa verifica dell’interesse e della disponibilità del proprietario/conduttore dell’attività a partecipare alla sperimentazione.

NB. A seguito della chiusura delle attività di ristorazione per l’emergenza sanitaria da COVID-19, l’avvio delle attività di sperimentazione (salvo diverse disposizioni) è previsto a partire da settembre 2020.

Per maggiori informazioni e contatti:

Responsabile di Progetto: Dr.ssa Carmelina Cicchiello (e-mail)
Responsabile tecnico-scientifico: Ing. Paolo Azzurro (e-mail)

Torna su